Stanza del "paradiso" - Palazzo Pallotta - Caldarola   

  Croce di Caldarola - Vista sul bosco   

  Vestignano di Caldarola - Vista del castello   

  Croce di Caldarola - Ingresso della chiesa   

  Caldarola - Piazza Vittorio Emanuele II   

  Pievefavera di Caldarola - Chiesa e resti delle mura   

  Vestignano di Caldarola - Ingresso al castello   

  Pievefavera di Caldarola   

  Vestignano di Caldarola - Torrione cilindrico   

  Vestignano di Caldarola - borgo   

Itinerari

L' Hotel si trova immerso in una zona a vocazione turistica che offre molti itinerari a carattere religioso, culturale e naturalistico.

Caldarola

Fondata fra il IX-X secolo, ospita diverse testimonianze artistiche, religiose e culturali del suo prestigioso passato frutto in particolare dall'opera del cardinale Evangelista Pallotta che, sotto il pontificato di Papa Sisto V (1585-1590) abbellì Caldarola, il suo paese di origine. Si deve al cardinale la collegiata di San Martino, Il convento di santa Caterina, Il palazzo Pallotta (ora sede del comune) e il castello Pallotta oltre a molte altre opere di ampio respiro come l'impianto urbanistico tipico dell'epoca sistina che rende Caldarola un borgo molto particolare nella zona. A Caldarola sono presenti anche molte opere d'arte e nel pese si identifica un movimento pittorico il cui massimo esponente è Simone de Magistris al quale sono state dedicate due mostre di livello nazionale fra il 2007 e il 2008

Le frazioni di Caldarola

Notevoli anche le frazioni di Caldarola (Croce, Pievefavera, Valcimarra e Vestignano ).
Croce conserva intatto l'impianto dell'antica chiesa. Pievefavera ospita l'antiquarium con reperti risalenti al periodo dell'antica Roma. A Valcimarra, situata proprio nell'antica “via lauretana” che collegava il santuario di Loreto a Roma, sono presenti reperti di antiche chiese come l'abbazia di Saxi Latronis. Vestignano, antico borgo fortificato, presenta ancora tracce evidenti del suo impianto difensivo. Nella chiesa di Vestignano, inoltre, sono presenti affreschi ad opera di Simone de Magistris.

La campagna di Caldarola

Immersa nelle colline la campagna intorno a Caldarola offre moltissime possibilità per passare dei momenti sereni e rilassanti a contatto con la natura. Da non dimenticare la vicinanza del Parco Nazionale dei Monti Sibillini con la possibilità di effettuare escursioni sia a piedi che in montain-bike anche con guida.

Altri itinerari nella zona

A poca distanza da Caldarola ci sono altri suggestivi borghi come Serrapetrona, famosa per la produzione della Vernaccia, e Cessapalombo che, in pieno Parco Nazionale dei Monti Sibillini, ospita periodicamente iniziative legate all'ambiente naturale.
Da segnalare a Caccamo, (frazione di Serrapetrona) la presenza di impianti per praticare canoa e kayak. Il lago di Caccamo è stato teatro di molte manifestazioni sportive, patrocinate fra l'altro dalla Federazione Italiana Canoa e Kayak, a carattere nazionale e internazionale.
A poco più di 20 km (circa 20 min passando per SS77) si trova Camerino, città ricca di storia, e 11 km (circa 13 min passando per SS77) Tolentino che ospita la Basilica di San Nicola.
Inoltre, da Caldarola, in poco più di mezz'ora è possibile raggiungere località turistiche invernali (Sarnano a 17,2 Km - Circa 21 min. in automobile) e stabilimenti balneari (Civitanova, 49,3 Km - 33 min. circa tramite Superstrada 77).